Il Telespettatore

Un percorso digitale contro gli spacciatori di falsità

L’impegno parlamentare della Presidente della Camera per un concreto percorso di alfabetizzazione digitale: dalle attività della Commissione su ‘diritti e doveri in internet’ all’avvio del primo progetto di educazione civica digitale in Italia. (di Laura Boldrini, Da Il Telespettatore, anno 54° – n. 8/9/10 – Agosto/Settembre/Ottobre 2017) Finalmente. Finalmente sembra farsi strada un approccio meno superficiale

[ Read More ]

Cyberbullismo e azioni di prevenzione nell’era della social media education.

Dal cyberbullismo alla cittadinanza digitale: uno stimolo a riflettere sul ruolo delle agenzie educative nel favorire azioni positive di prevenzione, per rinsaldare in preadolescenti e adolescenti la consapevolezza degli effetti delle relazioni e interazioni nello spazio online. (di Rebecca Andreina Papa in Il Telespettatore, Anno 54° – n. 5/6/7 – Maggio/Giugno/Luglio 2017, p. 15) Il

[ Read More ]

Il lato oscuro dei social media: la tutela negli scenari di rischio.

Cresce il tempo trascorso sui social media ma non la “consapevolezza dei rischi”. Roberta Bruzzone, nota psicologa forense e criminologa investigativa ribadisce utili consigli per evitare che i rischi virtuali si trasformino in ripercussioni concrete sulla vita dell’utente. (di Roberta Bruzzone Il Telespettatore, Anno 54° – n. 5/6/7 – Maggio/Giugno/Luglio 2017, pp. 13, 14) L’

[ Read More ]

I piccolissimi e il pane tablet: una ‘pericolosa’ dipendenza!

Cosa succede da un punto di vista cognitivo a un bambino quando è esposto al display tattile di un tablet? Quali le regole irrinunciabili per le generazioni touch? Risponde Anna Oliverio Ferraris, docente universitaria, psicologa, psicoterapeuta, esperta dei problemi dell’età evolutiva. (di Anna Oliviero Ferraris Il Telespettatore, Anno 54° – n. 5/6/7 – Maggio/Giugno/Luglio 2017,

[ Read More ]

Mons. Galantino all’Aiart: “Indossate gli occhiali della Buona Notizia”

Seguire la logica della buona notizia significa porre al centro l’Uomo e decifrare uno stile comunicativo adeguato che non conceda al male l’ultima parola e illumini sentieri di fiducia e di speranza: due istanze essenziali che l’Aiart, da più di 60 anni, prova a concretizzare Sull’ultimo numero de Il Telespettatore l’editoriale del Segretario generale della

[ Read More ]

L’Aiart di Matera: palestra attiva nel garantire la cultura mediale

Domenico Infante, membro del comitato di Presidenza dell’Aiart e storico responsabile della sede lucana dell’Associazione condivide alcuni cenni storici del lavoro svolto sul territorio. Correva l’anno 2003 e, in previsione del mio prossimo pensionamento, un amico, l’attuale presidente regionale pugliese dell’Aiart Giuseppe Antonelli, mi chiedeva se, una volta chiuso con l’Enel, volessi impegnarmi in qualcosa

[ Read More ]

L’identità del servizio pubblico nel nuovo ecosistema digitale

  Massimo Scaglioni, professore di Storia, Economia-Marketing dei media all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e studioso di consumi mediali e televisivi, riflette, in una intervista esclusiva per il Telespettatore, sul ruolo del Servizio pubblico in uno scenario di competizione sempre più globale. Professore, perché un libro sul servizio pubblico radiotelevisivo? Per una ragione

[ Read More ]

Cittadini mediali per essere sempre più Aiart

[In uscita il numero di marzo/aprile de Il Telespettatore. Anticipiamo l’editoriale del Presidente nazionale Massimiliano Padula] Siamo cittadini mediali. L’assemblea straordinaria del 25 febbraio scorso ha formalizzato anni di confronto sul ruolo e sul posizionamento della nostra Associazione nell’attuale panorama mediale sempre più rimodulato dalle tecnologie digitali. Abbiamo scelto questo “sottotitolo” perché meglio rappresenta il

[ Read More ]

Palinsesto e tutela minori: un legame da riesaminare

Una scrupolosa riflessione sulla pianificazione di una programmazione televisiva sempre meno rispettosa delle esigenze e dei diritti di bambini e adolescenti. (di Giuseppe Picciano) Non è il caso di rimpiangere la paleotelevisione enunciata da Umberto Eco: i tempi sono cambiati, tuttavia sarebbe il caso di fare qualche seria riflessione su cosa sia diventata la strabordante

[ Read More ]