Minori nel mirino: il nuovo corso di formazione AIART per il 2023

Al via il corso gratuito online “Minori nel Mirino”.

Il corso, diretto a docenti, genitori ed educatori è dedicato all’educazione civica digitale per la cittadinanza mediale – problematiche e buone pratiche – nella nuova frontiera del metaverso: il nuovo orizzonte cui aprirsi con intelligenza e attenzione.

Per questo l’AIART, nel suo appuntamento di formazione annuale, prevede cinque incontri con degli esperti dell’associazione per guidare e formare al meglio il proprio pubblico, ma anche per favorire occasioni di confronto e di incontro tra relatori e partecipanti.

Tutti i dettagli sono disponibili nella locandina in apertura.

Da questo momento le iscrizioni sono chiuse per raggiungimento del numero massimo di iscritti.

Articolazione del corso:

Il corso minori nel mirino è interamente gratuito e il completamento delle sue attività vale 20 ore di corso di aggiornamento erogate dalla piattaforma SOFIA.

Ciascuna delle cinque lezioni prevede un doppio incontro: il primo in modalità a-sincrona, in cui verrà caricato un video in modalità “non in elenco” su youtube in cui il relatore illustrerà i temi dell’incontro e lascerà delle domande per stimolare la successiva discussione; gli stessi corsisti poi saranno incoraggiati a inviare una, massimo due domande in anticipo al relatore per proporre temi di discussione. Al termine di ciascuna lezione asincrona sono previste 3 domande di comprensione per i corsisti.

Dopo una settimana, ci sarà l’incontro in diretta, in cui il relatore e i corsisti svilupperanno i temi proposti in precedenza in un’ora di incontro. Questo schema verrà ripetuto per tutti e cinque gli incontri.

Per verificare l’effettiva partecipazione dei corsisti, verranno predisposti dei moduli tramite Google Forms da compilare di volta in volta; inoltre, ciascun corsista dovrà scegliere tra i cinque corsi quello di suo maggiore interesse e dovrà svolgere sul tema un elaborato di almeno 4 pagine scritte in carattere Arial 12 che contenga una proposta concreta di attività da svolgere in classe o una proposta per serata rivolta a genitori ed educatori, come prova conclusiva della sua partecipazione.

In alternativa potrà presentare un elaborato multimediale (power-point, video, podcast…) di propria creazione sempre sulle medesime tematiche oppure documentare un percorso didattico progettato e attuato proprio a seguito della partecipazione al corso di formazione. L’elaborato è da consegnare entro il 15 aprile.